Parkinson

IL MORBO DI PARKINSON.

Il morbo di Parkinson è una malattia neurodegenerativa. All’esordio della malattia, i sintomi più evidenti sono legati al movimento, con tremori, rigidità, lentezza nei movimenti e difficoltà a camminare. In seguito, possono insorgere nella persona problemi cognitivi e comportamentali. La malattia di Parkinson è più comune negli anziani, la maggior parte dei casi si manifesta dopo i 50 anni.

EZIOLOGIA DEL MORBO DI PARKINSON.

I disturbi motori tipici della condizione sono il risultato della morte dei neuroni dopaminergici, cioè delle cellule che sintetizzano e rilasciano la dopamina. Tali cellule si trovano in una regione del mesencefalo chiamata substantia nigra. La causa che porta alla morte di queste cellule è sconosciuta.

CURE MEDICHE.

I moderni trattamenti sono efficaci per gestire i sintomi motori precoci della malattia. La levodopa è  un profarmaco della dopamina, ed  è utile in quanto la dopamina non è in grado di attraversare la barriera ematoencefalica; la levodopa, avvalendosi di opportuni trasportatori degli amminoacidi aromatici, riesce ad entrare nel sistema nervoso centrale dove viene metabolizzata in dopamina. Quando la malattia progredisce, i neuroni dopaminergici continuano a diminuire di numero. Questi farmaci diventano dunque inefficaci nel trattamento della sintomatologia, provocando allo stesso tempo la discinesia, che è caratterizzata da movimenti involontari.

Una corretta alimentazione dimostra  una certa efficacia nell’alleviare i sintomi.

La chirurgia e la stimolazione cerebrale profonda rappresenta l’ultima risorsa, per ridurre i sintomi motori, nei casi più gravi in cui i farmaci risultino inefficaci.

CURE DI MEDICINA COMPLEMENTARE.

L’agopuntura previene la diminuzione della L-DOPA. Una nuova ricerca svolta da un gruppo di ricercatori del Centro di Collaborazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Medicina Tradizionale Cinese rivela come in particolare la stimolazione con ago o con digitopressione di 2 punti di agopuntura protegga il cervello nelle zone danneggiate dal morbo di Parkinson, inibendo la diminuzione di tirosina idrossilasi.

PARKINSON PUNTO PER LA CURA

Il punto 3 F oltre alle sue varie proprietà, di cui la più importante è il nutrimento del sangue, è sempre stato un classico nel trattamento dei tremori.

pakinson PUNTO PER LA CURA

Il punto 34 VB comando dei tendini, è sempre stato utilizzato nel trattamento dell’emiplegia, della paralisi monolaterale degli arti, per i disturbi e le infiammazioni tendinee e delle articolazioni.

IL TUINA E IL QIGONG SONO VALIDI SUPPORTI PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI VITA NELLA PERSONA AFFETTA DAL MORBO DI PARKINSON.

La pratica del movimento e del massaggio secondo Metodo Alessandra Tassi ® fungono da supporto alle terapie mediche convenzionali. I trattamenti migliorano le condizioni di vita in chi è affetto dal Morbo di Parkinson.

☯☯☯HOME☯☯☯

Studio Professionale Metodo Alessandra Tassi ®
P. IVA 11617110967
Via Ascanio Sforza 81/A – Milano
Tel. 3388086813 – [email protected]

I cookie delle c.d. 'terze parti' vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Cialis alternative Viagra super active I cookie delle c.d. 'terze parti' vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Cialis a Prezzi onesti: Ordina online per un trattamento efficace dell'impotenza Viagra Generico 50 Mg Cialis a Prezzi onesti: Ordina online per un trattamento efficace dell'impotenza Cosa succede se si prende il viagra senza averne bisogno? Il sito include anche componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc.